Fave al pomodoro

Un sughetto o un contorno?

Lo so che le fave sono noiose da sbucciare, ma danno tanta tanta soddisfazione, credimi!

Fai rosolare un cipollotto fresco in due cucchiai di buon olio extra vergine di oliva, mettici il pomodoro, che può essere sia fresco (quando sarà ora) che da pelati o passata. Fai cuocere a fuoco lento intanto che ti occupi della parte più noiosa.

Innanzitutto devi avere pazienza, togliere il baccello e togliere i semi dal tegumento, che faccio tanto la figa con ‘sti termini ma altro non è che la pellicina che ricopre i semi. Se vuoi toglierla, altrimenti puoi anche lasciarla, solo che è dura, o coriacea, per dirla “bene”.

Il sughetto sarà già a buon punto, aggiungi un pizzico di sale e le fave sbucciate. Fai cuocere ancora una decina di minuti ed è pronto.

Puoi condirci la pasta, corta mi raccomando e grande così da raccogliere tanto sugo. Oppure puoi farlo asciugare un pochino di più e strapazzarci due uova dentro e mangiarlo come piatto unico oppure usarlo come contorno. Una cosa è certa: lascia un pezzettino di pane da parte per fare la scarpetta!

Bon Appétit!